Animali in condominio ecco alcune semplici regole per vivere meglio

Vuoi prendere un animale domestico ma hai paura delle regole condominiali?
Il tuo cane abbaia e i vicini si lamentano?

Ecco cosa prevede la legge per i possessori di animali domestici in condominio.

Dal 18 giugno 2013  è entrata definitivamente in vigore la legge 220/212 che disciplina la detenzione di animali domestici in condominio.

La legge in questione sancisce che nessun regolamento condominiale può impedire ai proprietari di immobili di avere in casa animali di compagnia, a patto che vengano seguite specifiche regole di civile convivenza.

Uso il guinzaglio
Qualunque sia la dimensione del tuo cane, quando sei in uno spazio comune come l’androne, l’ascensore o il cortile del palazzo, porta sempre il tuo cane a guinzaglio.
Utilizza un guinzaglio corto (mt. 1,50) e usa sempre la museruola.

Non lasciare mai il tuo animale libero di scorrazzare per il palazzo soprattutto in presenza di bambini.

Rimuovi sempre gli escrementi
Raccogli sempre e con gli appositi sacchettini le deiezioni dei tuoi cani e, se necessario, pulisci con appositi prodotti (meglio se a base di disinfettante).

Attutisci i rumori
Se il tuo cane abbaia, soprattutto durante le ore di riposo, provvedi a spostare il tuo amico nelle zone più protette dell’appartamento e valuta la possibilità di insonorizzare gli ambienti.

Non lasciare il tuo animale da solo per più di otto ore
Per evitare problemi di qualunque natura evita di lasciare solo il tuo animale per un periodo più lungo di otto ore.

Queste semplici regole potranno facilitare la convivenza con i tuoi vicini, evitandoti spiacevoli multe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here