Affittare una casa diventa sempre più costoso: a delineare questo scenario le ultime analisi condotte dall’ Ufficio Studi Tecnocasa che ha confrontato alcuni indici legati al mondo degli affitti di Milano, Roma e Napoli.

Dagli studi emerge che le grandi città hanno registrato un aumento generalizzato dei canoni di locazione: +1,1% per i monolocali, +1,4% per i bilocali e +1,2% per i trilocali. Tra le 3 metropoli esaminate Milano è quella che ha avuto l’aumento più elevato (+2,7%, +2,5% e +2,6%), seguita da Napoli (0%, +1,9%, +0,7%) e Roma che mostra segno negativo sulla tipologia monolocale (-0,3%) e lievi incrementi su bilocali e trilocali (0,2%).

Rispetto ai tempi di locazione si registra una forte similitudine tra Milano e a Napoli, dove per locare un immobile, si impiegano mediamente tra i 40 e i 45 giorni, a differenza di Roma dove spesso si superano i 50 giorni.

Le tipologia più richiesta è il bilocale,  la cui richiesta solo a  Milano supera il 60%. In quanto alla motivazione della locazione, a Roma e Napoli, si registra una forte presenza di residenti locali che, per scelta abitativa, hanno preferito la locazione alla compravendita. A differenza invece di Milano dove la scelta dell’affitto sembra essere dettata soprattutto dalla forte presenza sul territorio di studenti e residenti fuori sede che costituiscono il 62,3% di coloro che prendono in affitto l’abitazione.

A Milano e a Napoli vince il canone libero (rispettivamente 91,3% e 73,7%), mentre a Roma si assiste ad un’ascesa del contratto di locazione a canone concordato (58,9%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here