Vorresti acquistare casa ma hai bisogno di un mutuo per farlo?
Se vuoi qualche notizia in più sul settore creditizio e vuoi reperire maggiori informazioni, è il tuo momento per farlo!

Tecnocasa Group ha recentemente condotto un’indagine sull’andamento dei mutui nell’ultimo decennio, mettendo in luce che, dai massimi di Luglio 2011 (1,60%), il tasso Euribor (3 mesi) ha subito un notevole abbassamento fino a raggiungere quota 0,19% a Dicembre 2012, con una leggera risalita a 0,20% per tutto il 2013 e il 2014, piombando sotto lo zero da Maggio 2015. 


La quotazione di settembre 2018, -0,32%, invece, non sembra essersi distaccata dalle quotazioni già effettuate nel 2017 e nei primi mesi del 2018. 

Dopo una prima attestazione al 3,4% nel 2011, l’Eurirs (25 anni) è sceso a Giugno 2012 a quota 2,13% subendo un nuovo picco del 2,75% a Settembre 2013. Dopo questo periodo abbiamo assistito ad una decrescita costante lo ha portato ad uno 0,82% registrato ad Aprile 2015 poi divenuto 1,12% nei mesi di Febbraio e Marzo 2016, per poi toccare nuovamente il minimo ad Agosto 2016 con 0,76%, risalire a 1,52% a Giugno 2017; stabilizzandosi a 1,53% a settembre 2018.

Secondo le stime condotte da Tecnocasa, ad oggi la rata di un mutuo ipotecario del valore di 110.000 euro per una durata di 25 anni, relativa ad un immobile del valore di 160.000 € con uno spread medio di mercato a 2,69% per il tasso fisso e a 0,88% per il tasso variabile, si aggirerebbe sui
504 euro.

Ovvero, circa 95 euro in più rispetto a quanto dovremmo sostenere se scegliessimo un mutuo a tasso variabile la cui rata non supererebbe i 409 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here