Stai finalmente per acquistare casa e ti stai chiedendo come evitare una truffa immobiliare?

Bene, questo è il primo passo per scongiurare una truffa in pieno stile! In Italia, così come nel resto del mondo, le truffe immobiliari sono all’ordine del giorno: case con più eredi vendute senza il consenso di tutti i proprietari, immobili sottoposti a regime di nuda proprietà venuti come immobili in assenza di vincoli o, ancora peggio, sottoposti a ipoteche pregiudizievoli.

Insomma i modi per essere truffati sono diversi e spesso molto fantasiosi ma, con un pizzico di furbizia e una buona dose di attenzione, ognuno di noi può proteggere i propri risparmi da scelte avventate e pericolose.

Come evitare una truffa immobiliare: cosa guardare nel venditore?

Per evitare di incorrere in truffe epocali è importante osservare bene il venditore! Ovviamente questo è un aspetto piuttosto difficile da focalizzare perché molto spesso si tratta di veri professionisti: abili dissimulatori in grado di confondere le acque rigirando ogni domanda a proprio vantaggio.

Quali sono gli atteggiamenti da osservare per evitare una truffa immobiliare?

1) Il venditore è vago, impreciso e frettoloso.

Il primo aspetto da valutare è l’effettiva capacità del venditore di rispondere a qualsiasi domanda in modo chiaro ed esaustivo. Chi sta per vendere un immobile sa che già che dovrà rispondere a numerose domande e cercherà quindi di non farsi sfuggire alcun dettaglio.

Pertanto, chi si presenta alla vendita di un immobile senza informazioni adeguate è certamente un venditore poco attendibile.

2) Il venditore mostra una certa superficialità rispetto alle problematiche dell’appartamento.

L’acquisto di una casa comporta sempre un certo numero di rischi e una serie di piccoli (grandi) problemi quindi, un compratore intelligente, farà di tutto per individuare cose sospette come presenza di balconi troppo ampi, eventuali strutture aggiuntive, verande o soppalchi. Se a queste osservazioni il venditore tende a minimizzare i problemi con spiegazioni fumose è il caso di fare attenzione.

3) Il venditore sottopone a verifica molte carte in breve tempo

Una tattica usata spesso nel settore delle truffe è quella di sottoporre al cliente una gran quantità di carte senza però lasciare il tempo allo stesso di verificarle con calma. Chi si trova davanti ad un gran numero di documenti è portato a pensare si tratti di una vendita sicura, corroborata da migliaia di documenti e certificati.

Come evitare una truffa immobiliare: quali documenti richiedere al venditore?

Se stai pensando a come evitare una truffa immobiliare e stai cercando i documenti giusti per scongiurare ogni rischio, GruppoResilienza.it risponde ai tuoi dubbi fornendoti le informazioni che stavi cercando.

1) Visura ipotecaria: questo tipo di documento ti permette di accertare se sull’immobile gravano problemi come ipoteche, trascrizioni o iscrizioni pregiudizievoli.

2) Planimetria catastale: questo documento ti permette di verificare lo stato originario dell’immobile confrontando la planimetria depositata presso il catasto e lo stato dell’immobile sta per acquistare. Nel caso ci fossero tramezzi, finestre, terrazze o stanze difformi ci troviamo certamente in presenza di un abuso edilizio.

3) Visura catastale storica: questo documento è utile per reperire tutti i trasferimenti e le modifiche dell’immobile nei vent’anni precedenti.

Vuoi evitare di incappare in truffe immobiliari?
Pensa di affidarti ad un’agenzia immobiliare: a fronte di una piccola commissione potrai evitare spiacevoli sorprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here